L'intervento

Caso Ilva, pressing sugli eletti del Movimento 5 Stelle

​La nota di Giustizia per Taranto​

Cronaca
Taranto giovedì 17 maggio 2018
di La Redazione
Operai Ilva
Operai Ilva © Tbs

“Se dovesse passare la linea morbida non ce la prenderemo con i rappresentanti locali eletti. Non pensiamo sia mai giusto prendersela con chi ci crede, animato da buona fede. Il dramma della situazione che viviamo porta al bisogno di aggrapparsi a qualcosa, a rischio di esposizioni eccessive, delusioni, o di ingenuità, è nell’ordine delle cose. Certo sarebbe un boccone amarissimo per Taranto non approfittare di questa congiuntura – se si verificherà - per riconvertire la sua economia e a quel punto l’uscita dei parlamentari ionici dal Movimento 5 Stelle sarebbe dovuta, questa sì. Non si può votare la fiducia ad un Governo (questo o altri) che non abbia nel programma la chiusura dello stabilimento e la riconversione economica del territorio, passando dalla salvaguardia dei redditi dei lavoratori”.

Così una nota di Giustizia per Taranto in merito al contratto M5s-Lega

Lascia il tuo commento
commenti